Sapere dove si trovano i conti correnti e conoscere le loro giacenze è essenziale in vari contesti legali e finanziari, in particolare nel recupero crediti

 

Cos’è il rintraccio dei conti correnti?

Il rintraccio bancario è uno strumento fondamentale per gli avvocati, perché consente loro di attivare rapidamente il pignoramento e impedire che il debitore trasferisca i capitali o li nasconda.

Questo servizio di investigazione bancaria è essenziale soprattutto nell’ambito del recupero crediti, poiché fornisce al creditore o al suo rappresentante legale (avvocati e studi legali) le informazioni necessarie per avviare azioni di recupero mirate ed efficaci contro le giacenze aggredibili detenute dall’inadempiente.

Importante è far eseguire il rintraccio di conti correnti con stima della giacenza media inclusa per valutare al meglio la situazione finanziaria del debitore: è cruciale che il rintraccio venga effettuato tempestivamente, prima che la situazione del debitore si deteriori.

Una condizione finanziaria già critica rende molto più difficile trovare capitali aggredibili. Pertanto, l’azione di rintraccio bancario deve essere preventiva e non successiva al decreto ingiuntivo.

Il servizio di rintraccio dei conti correnti può essere rivolto sia alle aziende sia ai privati. L’obiettivo è ottenere informazioni dettagliate sui conti correnti bancari e postali intestati all’inadempiente.

La ricerca può variare in termini di profondità e copertura geografica, spaziando da un’indagine su scala nazionale a una limitata a una specifica area geografica. Questa  comprende tutti gli istituti bancari attivi, incluse le banche con filiali fisiche e quelle che operano esclusivamente online.

Il processo di rintraccio deve essere svolto nel massimo rispetto delle normative vigenti, garantendo che tutti i dati raccolti siano utilizzabili in ambito legale e che i diritti del debitore siano rispettati.

La professionalità e l’affidabilità delle agenzie che conducono queste indagini sono quindi di primaria importanza, poiché un’accurata verifica delle informazioni è fondamentale per il successo delle azioni legali intraprese.

 

Quanto costa il rintraccio dei conti corrente con giacenza?

Nella complessa e variegata realtà di internet, si possono trovare offerte di ogni genere e tipo per il rintraccio dei conti correnti, con prezzi che variano considerevolmente. Tuttavia, queste proposte non sempre garantiscono la qualità dei contenuti offerti.

La ricerca si basa su dati raccolti in conformità con la legge e verificati da informatori commerciali autorizzati.

Investire poco può portare a risultati inaffidabili, richiedendo ulteriori spese per correggere o completare le informazioni inizialmente ottenute.

Per ottenere dati aggiornati, precisi e veritieri, è necessario condurre indagini approfondite, verificando e controverificando gli esiti ottenuti.

 

La nuova legge sul recupero crediti

Il DDL 1246, presentato il 23 giugno 2023, mira a offrire ai debitori ceduti l’opportunità di estinguere la loro posizione con un pagamento maggiorato del 20%.

I beneficiari sarebbero individui e piccole imprese che hanno debiti inferiori a 25 milioni di euro accumulati nel periodo dal 2015 al 2021.

Questa iniziativa rappresenta un tentativo di risolvere in modo più umano e flessibile le situazioni di insolvenza, offrendo una via d’uscita ai debitori senza gravare ulteriormente sulle loro finanze.

In questo contesto, le aziende e, in particolare, le banche si trovano a dover affrontare nuovi flussi di crediti deteriorati. La gestione sostenibile di questi crediti richiede l’implementazione di modelli di business dedicati e specifici.